PLUS: ATTUAZIONE PIANO DEL COLORE – Recupero facciate Palazzo Colonna, Biblioteca Comunale Vittoria Colonna, Ninfeo e muro di recinzione di Villa Desideri

Continua l’opera di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio storico, artistico e culturale avviata dal Comune di Marino grazie ai fondi europei messi a disposizione dalla Regione Lazio in contesto bandi PLUS – piano locale urbano di sviluppo – e realizzata nell’ambito del POR FESR Lazio 2007/2013, Asse V – Attività V1.

Ad entrare in gioco è questa volta il Piano del Colore che prevede interventi su immobili di proprietà comunale di elevato valore storico architettonico.

Interessate dal progetto redatto e diretto dall’architetto Emanuela Lauri, le facciate (esterne ed interne al perimetro del cortile) di Palazzo Colonna, sede dell’Amministrazione comunale, simbolo e immagine della città.

Poi la facciata della biblioteca comunale Vittoria Colonna che conta un patrimonio librario di 23mila volumi (di cui oltre 3mila per ragazzi) ed è sede del Centro di Documentazione Locale del territorio castellano, custodendo documenti e immagini che testimoniano eventi, personaggi, cultura e tradizioni del Comune di Marino e dei comuni dei Castelli Romani. Al suo interno più di 1500 audio-libri di letteratura mondiale, utili per ciechi e ipovedenti.

Comprese nel progetto di recupero inserito nel PLUS anche le facciate del Ninfeo e il muro di recinzione di Villa Desideri.

«Gli interventi in programma, alcuni dei quali già avviati – spiega il vice sindaco Fabrizio De Santis – hanno come obiettivo primario la riqualificazione dell’immagine della città. Le aree interessate dalle opere di riqualificazione – continua – rappresentano il nucleo della vita sociale, commerciale e culturale della nostra città oltre che i luoghi dove hanno sede le più importanti manifestazioni. Beneficiaria ne sarà tutta la comunità marinese. Questo perché la valorizzazione e il recupero del centro storico, uno dei punti prioritari del nostro programma di governo in ambito urbanistico – afferma ancora – va intesa anche quale strumento grazie al quale riscoprire l’originario linguaggio culturale della città di Marino, in cui tutti possono recuperare il valore della storia come fattore della propria identità».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in BANDI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...